Breve storia di vita

Uno scrittore in cammino alla ricerca della felicità.

Mi chiamo Salvatore Liggeri, e sono nato il 2 maggio 1993, in un borgo marinaro della Sicilia.

Ci ho vissuto poco; infatti, a 5 anni, ho seguito il percorso di vita dei miei genitori in Germania, dove abbiamo vissuto più o meno stabilmente fino al 2003.

Una vita di viaggi, di case non case, di cose non cose.

Niente mi apparteneva, tranne l’amore che mi lega tutt’oggi alla mia famiglia.

Siamo ritornati nel 2003 in in Italia, precisamente in Toscana, terra generosa ed ospitale, che per la prima volta avevo creduto fosse diventata casa mia.

Ahimè, 5 anni dopo, nel 2008, mio papà perse la vita a causa di un brutto male.

Quell’unica ancora di speranza alla quale mi aggrappavo fortemente aveva perso uno dei pilastri fondamentali.

Una strana fame m’aveva avvolto e stretto lo stomaco, e quel vuoto che pareva profondo e oscuro, riuscivo a colmarlo soltanto attraverso la fantasia e la scrittura…

Un pomeriggio di Primavera, scrissi su un foglio “ricordati che puoi sempre scegliere di essere libero”, e lo attaccai alla parete della mia cameretta, sognando di vivere avventure fantastiche, lontano dalle sofferenze, da una quotidianità tutta uguale ed uniforme, e dai doveri preimpostati della società.

A 18 anni, nel 2012, seguii il consiglio che mi ero dato da solo: scelsi la libertà, e la fuga.

Con una valigia piena di sogni, e 70 euro in tasca, presi il primo biglietto aereo, destinazione Londra.

Ho viaggiato in tutta Europa, lavorando nel Regno Unito, in Grecia, in Olanda, in Germania, in Svizzera, in Polonia.

8 anni di avventure, di ricerche dell’essenziale, cercando di respirare aria libera, lieve, spensierata.

Nel 2018, ho deciso di percorrere il Cammino di Santiago, dai Pirenei all’Oceano Atlantico, arrivando “Salvo a Santiago”.

Un gioco di parole, nonché titolo del mio primo romanzo, pubblicato nel maggio 2019 e presentato al Salone Internazionale del Libro di Torino.

La mia vita da allora, non è stata più la stessa.

Ho riscoperto che il più bello dei viaggi, è quello che si fa con sè stessi, e che la più bella storia d’amore, è quella in cui decidiamo di amarci e di conoscerci e di accettarci per quello che siamo.

Nel 2019 ho percorso la Via Francigena, dal Gran San Bernardo a Roma, decidendo infine di fermarmi, e di iniziare il mio cammino spirituale.

Vivo oggi a San Miniato, ma casa dopotutto, ho compreso non esser un luogo, bensì una sensazione.

Casa vive in noi, nelle nostre sensazioni e nelle nostre esperienze.

Scopri chi sei: ti sorprenderai di scoprire, la meraviglia che vive in te.

– Salvo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: