Befana: la bellissima leggenda

La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte…

chi non la conosce? dai più anziani ai più piccini, della Befana ne han sentito parlare tutti, ma proprio tutti!

Andiamo oggi a scoprire, noi di poetiestinti.com, un po’ di leggende, storie, e alcune sfumature che hanno creato il mito della Befana!

Popolazioni Celtiche:

Per le popolazioni Celtiche questa stagione dell’anno si chiamava Imbolc e appunto annunciava l’avvento della luce e la sua vittoria sul buio della notte invernale, quindi la rinascita dopo la morte nell’eterno ciclo di rinnovamento. Ma per loro era molto cara una figura mitologica che si addice al personaggio della nostra vecchietta che volava nel buio cielo notturno dell’inverno… si chiamava o si chiama ancora per chi ci crede, Cailleach la Regina del freddo.

(Nella mitologia irlandese e nella mitologia scozzese, è nota anche come la Cailleach Bheur. Una strega divina, una divinità creatrice, un’antica divinità o anche un antenato divino).

Popolazioni Cristiane:

Nella tradizione cristiana, la storia della befana è legata a quella dei Re Magi. In una notte d’inverno Baldassare, Gasparre e Melchiorre, nel lungo viaggio per arrivare a Betlemme da Gesù Bambino, non riuscendo a trovare la strada, chiesero informazioni ad una signora anziana che indicò poi loro il cammino. I Re Magi invitarono allora la donna ad unirsi a loro, ma la vecchina rifiutò. Una volta che i Re Magi se ne furono andati, essa si pentì di non averli seguiti e allora preparò un sacco pieno di dolci e si rimise a cercarli, ma senza successo. Ella quindi, iniziò a bussare ad ogni porta, regalando ad ogni bambino che incontrava dei dolcetti, nella speranza che uno di loro fosse proprio Gesù Bambino.

Giovanni Pascoli:

Come non citarlo? “Viene viene la Befana, vien dai monti a notte fonda. Come è stanca. la circonda neve, gelo e tramontana…”

Barga: il Paese della Befana

Volete andarne a scoprire di più? Allora la Befana, potete andare a trovarla nel Paese di Barga! In Garfagnana (Toscana), dove ad attendervi, vi sarà la magia di un luogo rimasto fermo nel tempo, e dove potrete visitare la casa di Pascoli, e anche della Befana!

Buona Epifania a tutti!

Piaciuto l’articolo? Metti “Mi Piace” e condividi con i tuoi amici!

Pubblicato da Salvatore Liggeri

29 anni, scrittore, viaggiatore perenne. Amo i boschi, le montagne e la libertà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: